Winner of Google'sBest app for Good 2023
Last updated on:

Il coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità: un passo cruciale

Per le aziende, la sostenibilità non è più solo un’opzione, ma una necessità.

Al centro della transizione verso una strategia aziendale più sostenibile c’è il concetto di coinvolgimento degli stakeholder, un’attività che nessuna azienda lungimirante può permettersi di trascurare.

In questo articolo ci addentreremo nel cuore del coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità, esaminandone il ruolo e comprendendo come coinvolgerli efficacemente nel percorso di sostenibilità di un’azienda.

Che cos'è il coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità?

Il coinvolgimento degli stakeholder va ben oltre il dialogo: implica l’integrazione vera e propria di diverse prospettive nel tessuto stesso della strategia di sostenibilità di un’azienda. Questo coinvolgimento è particolarmente cruciale oggi, in un’epoca in cui gli impatti ambientali e sociali sono ritenuti importanti quanto i ritorni finanziari.

Il coinvolgimento degli stakeholder è un processo strategico attraverso il quale le aziende cercano di coinvolgere gruppieindividui chiaveche hanno o possono avere un impatto significativo sulle pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG) di un’azienda. Tale processo trascende i confini tradizionali del mondo imprenditoriale, estendendosi alla comunità, all’ambiente e alla società in generale. In altre parole, si tratta di identificare e comprendere gli stakeholder – dalle comunità locali, ai clienti, ai dipendenti, ai fornitori, agli enti governativi, agli investitori, alle ONG – e di riconoscere i loro interessi, le loro preoccupazioni e le loro aspettative.

Perché è importante?

L’importanza del coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità risiede nella ricchezza intuizioni e prospettive che questi possono fornire. Infatti, gli stakeholder possono aiutare le aziende ad anticipare e mitigare i rischi correlati alle loro attività e iniziative di sostenibilità. Ad esempio, le comunità locali possono fornire informazioni in loco sugli impatti ambientali e gli investitori possono offrire prospettive sulla sostenibilità finanziaria a lungo termine e sulla gestione del rischio.

Inoltre, il coinvolgimento degli stakeholder è essenziale per suscitare un senso di fiducia e trasparenza. Le aziende che si impegnano in modo efficace con i propri stakeholder tendono ad avere una reputazione migliore, una crescente fidelizzazione dei clienti e una maggiore fiducia da parte degli investitori.

Ma non finisce qui: un coinvolgimento efficace degli stakeholder comprende anche la collaborazione e la co-creazione. Si tratta di lavorare con gli stakeholder per identificare le priorità di sostenibilità, sviluppare strategie e attuare iniziative. Questo approccio collaborativo garantisce che le strategie di sostenibilità siano solide, rilevanti e in grado di ottenere un impatto reale.

Qual è il ruolo degli stakeholder nel miglioramento della sostenibilità?

Gli stakeholder non sono semplici spettatori passivi, ma dovrebbero partecipare attivamente alla strategia di sostenibilità di un’azienda, offrendo contributi unici a vari livelli del processo:

  • Innovatori e generatori di idee: gli stakeholder possono essere una fonte di idee innovative. I dipendenti, ad esempio, possono fornire spunti preziosi per miglioramenti operativi che riducano gli sprechi o aumentino l’efficienza, sfruttando la loro esperienza sul campo. I clienti e gli utenti finali possono offrire feedback su prodotti e servizi, spingendo l’azienda verso opzioni più sostenibili. I fornitori, invece, svolgono un ruolo cruciale nell’introduzione di materiali e pratiche sostenibili nella supply chain.
  • Reality checkers: contribuiscono a verificare la sostenibilità delle iniziative. Ad esempio, i gruppi di comunità e le ONG, con le loro conoscenze ed esperienze sul campo, possono offrire prospettive preziose sull’impatto sociale delle azioni aziendali.
  • Sostenitori del marchio: quando gli stakeholder sono veramente coinvolti e credono negli sforzi di sostenibilità di un’azienda, possono diventare potenti ambasciatori del marchio. I clienti e i dipendenti soddisfatti che sentono che i loro valori sono in linea con le azioni dell’azienda sono più propensi a condividere le loro esperienze positive, migliorando la reputazione e il valore del marchio dell’azienda.
  • Feedback: essi forniscono feedback che aiutano le aziende a perfezionare le loro strategie di sostenibilità. Questo può avvenire attraverso canali come sondaggi e incontri, oppure attraverso social media e comunicazioni dirette.
  • Sostenitori finanziari e strategici: gli investitori e gli azionisti forniscono il sostegno finanziario e la direzione strategica necessari per i progetti di sostenibilità a lungo termine. Per esempio, la loro crescente attenzione ai fattori ESG (Environmental, Social, and Governance) è stata un fattore importante per spingere le aziende verso pratiche più sostenibili.
  • Partner per l’implementazione: gli stakeholder, infine, sono spesso partner su cui contare per l’effettiva implementazione delle iniziative di sostenibilità. Questo può andare dalla partecipazione dei dipendenti ai programmi di sostenibilità aziendali alle partnership con organizzazioni esterne.

Come mappare e dare priorità agli stakeholder?

Definire e dare priorità agli stakeholder su cui concentrarsi è una fase cruciale del coinvolgimento degli stakeholder. Questo processo non si limita a elencare le persone e le istituzioni interessate o che influenzano le attività dell’azienda, ma è una strategia necessaria per comprendere l’ecosistema degli stakeholdereallinearlo strategicamente agli obiettivi di sostenibilità dell’azienda.

  • Identificazione degli stakeholder: il primo passo è, ovviamente, l’identificazione completa degli stakeholder, da quelli interni, come i dipendenti e il management, a quelli esterni, come i fornitori, i clienti, le comunità locali, le autorità di regolamentazione e gli investitori. Ognuno di questi gruppi ha interessi, livelli di influenza e interazioni diverse con l’azienda.
  • Analisi degli stakeholder: una volta identificati, il passo successivo consiste nell’analizzare il potere, la legittimità e l’urgenza degli stakeholder. Il potere si riferisce alla capacità degli stakeholder di influenzare le decisioni o le operazioni dell’azienda; la legittimità riguarda l’adeguatezza del loro coinvolgimento in base a norme legali, morali o sociali; l’urgenza si riferisce al grado e alla velocità con cui le richieste o le preoccupazioni degli stakeholder devono essere affrontate.
  • Comprendere le aspettative e gli interessi degli stakeholder: è fondamentale capire cosa ogni gruppo di stakeholder si aspetta dall’azienda in termini di sostenibilità e come queste aspettative si allineino con gli obiettivi dell’azienda. Questa fase prevede il coinvolgimento degli stakeholder per cogliere i loro punti di vista, le loro preoccupazioni e le loro aspirazioni.
  • Definizione delle priorità degli stakeholder: in questa fase, gli stakeholder vengono classificati in base alla loro influenza e al loro interesse per le iniziative di sostenibilità dell’azienda. È qui che le aziende decidono quali sono gli stakeholder chiave che richiedono un’attenzione immediata e quali possono essere coinvolti in maniera più periodica. La definizione delle priorità è dinamica e può cambiare nel tempo, man mano che il percorso di sostenibilità dell’azienda si evolve e gli interessi e i livelli di influenza degli stakeholder cambiano.

Come coinvolgere gli stakeholder nei progetti di sostenibilità?

Coinvolgere gli stakeholder nei progetti di sostenibilità non significa solo consultarli, ma anche collaborare attivamente con loro in un processo di co-creazione.

  • Comprendere le prospettive degli stakeholder

Il primo passo per coinvolgere gli stakeholder è capire le loro prospettive, preoccupazioni e aspettative. L’obiettivo è raccogliere opinioni e identificare temi e preoccupazioni comuni che devono essere affrontati nei progetti di sostenibilità.

  • Co-creazione e pianificazione

Una volta comprese le prospettive degli stakeholder, il passo seguente è quello di coinvolgerli nel processo di pianificazione delle iniziative. Ciò può comportare la creazione di gruppi di lavoro o lo svolgimento di sessioni di brainstorming con gli stakeholder.

  • Comunicazione e coinvolgimento regolari

Un coinvolgimento efficace degli stakeholder richiede una comunicazione continua e aggiornamenti regolari sui progressi del progetto, sulle sfide affrontate e sulle tappe raggiunte. È inoltre importante mantenere un canale di comunicazione bidirezionale in cui gli stakeholder possano fornire feedback e suggerimenti continui.

  • Responsabilizzare gli stakeholder

La responsabilizzazione è un elemento chiave del coinvolgimento degli stakeholder. Fornire agli stakeholder le risorse, le informazioni necessarie nonché l’autorità di prendere decisioni può aumentare in modo significativo il loro coinvolgimento e il loro impegno nel progetto.

  • Monitoraggio e feedback

È fondamentale stabilire meccanismi per monitorare l’impatto del coinvolgimento degli stakeholder e raccogliere feedback sul processo. È importante che gli stakeholder vedano i risultati tangibili del loro coinvolgimento, perché questo rafforza il loro senso di appartenenza e il loro impegno nel progetto.

Come comunicare gli obiettivi di sostenibilità agli stakeholder?

Comunicare efficacemente e rendere chiari gli obiettivi di sostenibilità agli stakeholder è una componente essenziale per il loro coinvolgimento attivo. Il raggiungimento di questo obiettivo richiede una strategia incentrata su chiarezza, trasparenza e coerenza. Si tratta di un complesso processo di allineamento delle aspirazioni di sostenibilità dell’azienda con i diversi valori e le varie aspettative dei suoi stakeholder.

Questa comunicazione richiede l’uso di una varietà di canali multipli, dai rapporti ai social media, dalle piattaforme interattive agli incontri diretti. Attraverso tali canali, l’obiettivo è mantenere un flusso costante di comunicazioneche non solo tenga gli stakeholder ben informati, ma anche attivamente coinvolti e continuamente ispirati dal percorso di sostenibilità.

Come misurare l'impatto degli stakeholder sulle metriche ESG?

Misurare l’impatto del coinvolgimento degli stakeholder sulle metriche ambientali, sociali e di governance (ESG) è un processo complesso. In primo luogo, le aziende devono stabilire obiettivi ESG chiari e quantificabili, in linea con i loro obiettivi di sostenibilità e con le aspettative degli stakeholder. Questi obiettivi possono comprendere un’ampia gamma di metriche, da fattori ambientali come le emissioni di carbonio e l’efficienza energetica ad aspetti sociali e di governance come il benessere dei dipendenti e le pratiche della catena di fornitura.

Al termine di questo processo, è necessario analizzare il feedback ornito dagli stakeholder per valutare la loro influenza sulle iniziative di sostenibilità. La revisione e l’aggiornamento periodico di queste metriche sono fondamentali, in quanto le esigenze di sostenibilità e i requisiti degli stakeholder sono in continua evoluzione. Inoltre, la comunicazione dei risultati agli stakeholder è essenziale per mantenere la trasparenza e la fiducia, dimostrando che il loro contributo ha un impatto tangibile sugli sforzi di sostenibilità dell’azienda. Nel complesso, tale misurazione è parte integrante di una strategia di sostenibilità completa, che contribuisce a garantire l’efficacia del coinvolgimento degli stakeholder e a guidare le azioni di miglioramento future.

Sfide e ostacoli nel coinvolgimento degli stakeholder

Coinvolgere gli stakeholder nelle iniziative di sostenibilità è un’impresa che spesso può risultare difficoltosa. Le aziende che intraprendono questo viaggio devono districarsi in un labirinto di potenziali ostacoli e sfide. Tra questi vi sono:

  • Interessi e aspettative diversi: una delle sfide principali è la diversità degli stessi stakeholder. Ogni gruppo – clienti, dipendenti, fornitori, membri della comunità o investitori – ha interessi, aspettative e priorità diverse. Allineare questi diversi punti di vista con gli obiettivi di sostenibilità di un’azienda può portare a un delicato gioco di equilibri. Spesso è necessario negoziare e conciliare interessi contrastanti per trovare un terreno comune.
  • Barriere comunicative: una comunicazione efficace è essenziale per il coinvolgimento degli stakeholder, ma rappresenta una sfida significativa. La complessità non deriva solo dalla diversità degli stakeholder, ma anche dalla varietà dei canali di comunicazione e dei messaggi espressi. Garantire una comunicazione chiara, coerente e trasparente a ciascun gruppo di stakeholder richiede un approccio personalizzato.
  • Costruire e mantenere la fiducia: guadagnare e mantenere la fiducia degli stakeholder può essere una sfida. Tale fiducia si costruisce nel tempo attraverso una comunicazione trasparente e una fidelizzazione mirata. Qualsiasi passo falso nelle iniziative di sostenibilità o nelle pratiche di coinvolgimento degli stakeholder da parte di un’azienda può rapidamente erodere le relazioni faticosamente guadagnate.
  • Impegno e coinvolgimento a lungo termine: infine, sostenere l’impegno degli stakeholder a lungo termine può richiedere sforzi significativi. Le aziende devono continuamente cercare di coinvolgere nuovamente gli stakeholder, aggiornarli sui progressi e coinvolgerli in nuove iniziative, il che può richiedere un notevole dispendio di risorse.

AWorld: facilitare un coinvolgimento efficace degli stakeholder

In questo quadro così complesso, AWorld si distingue come uno strumento estremamente efficace per migliorare il coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità. La piattaforma offre numerose funzionalità che facilitano la comunicazione, la pianificazione, il monitoraggio dei progressi e la rendicontazione, rendendo il processo di coinvolgimento degli stakeholder più efficiente, trasparente e d’impatto. AWorld funge da ponte, mettendo in contatto le aziende con i loro stakeholder in modo significativo, assicurando che gli sforzi di sostenibilità non siano solo sforzi aziendali, ma viaggi collaborativi verso un futuro migliore.

In sostanza, il coinvolgimento degli stakeholder nella sostenibilità è più di una strategia aziendale; è un viaggio collaborativo verso un mondo più sostenibile ed equo. Comprendendo a fondo, impegnandosi attivamente e comunicando efficacemente con gli stakeholder, le aziende non solo potranno raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità, ma anche promuovere una cultura di responsabilità condivisa e di azione collettiva. Piattaforme come AWorld sono fondamentali in questo percorso, in quanto forniscono gli strumenti e il quadro necessari per un coinvolgimento efficace di tutti gli stakeholder.

Vuoi saperne di più su AWorld?

La chieva per costruire
un'azienda sostenibile? Coinvolgere i propri dipendenti.

Scopri subito come coinvolgere i tuoi dipendenti con la GUIDA GRATUITA di AWorld e dai una spinta alla trasformazione sostenibile della tua azienda.

La chiave per costruire un'azienda sostenibile? Coinvolgere i propri dipendenti.

Scopri subito come coinvolgere i tuoi dipendenti con la GUIDA GRATUITA di AWorld e dai una spinta alla trasformazione sostenibile della tua azienda.

Leggi gli altri post